I centri ENI a Città di Castello: offerte, proposte e dettagli

Home > Perugia > Città di Castello

Attiva le tue offerte preferite Eni a Città di Castello, sia che tu ti stia trasferendo, sia che tu voglia solo risparmiare

Servizio Gratuito - da Lunedì a Venerdì: dalle 9.00 alle 20.00 - Sabato: dalle 9.00 alle 17.00

ENI è presente a Città di Castello come gestore di energia elettrica e gas e come distributore. Si tratta di una delle aziende Italiane più conosciute in Italia, nel mondo e a Città di Castello.

Noi di Utenze-lucegas abbiamo creato una guida per aiutarti nelle procedure amministrative di attivazione delle utenze ENI gas e luce a Città di Castello.

Grazie alle informazioni qui presenti puoi trovare tutto quello che ti serve sapere su ENI a Città di Castello. Dove si trovano i negozi ENI, quali sono le migliori offerte che i cittadini castellani o tifernati possono attivare, e quali sono i numeri e le persone da contattare per farlo.

Per trovare i negozi ENI a Città di Castello puoi cercare direttamente sul sito di ENI.

Altrimenti puoi provare a cercare un negozio ENI nei comuni vicini a Città di Castello.

Disdire luce e gas ENI a Città di Castello

Se stai traslocando o ti stai trasferendo a Città di Castello il primo passo da compiere è la disdetta delle utenze ENI luce e gas. Il tempo necessario è di circa 7 giorni lavorativi da quando si effettua la richiesta.

Le richieste di disdetta per i clienti castellani o tifernati possono essere fatte tramite mail, telefono o fax.

Inoltre ENI ha bisogno dei seguenti documenti per portare a termine l’operazione di disdetta del contratto luce e gas a Città di Castello:

  1. Il codice cliente
  2. I documenti dell’intestatario (carta d’identità e codice fiscale)
  3. codice POD o PDR e l’autolettura  del contatore (che si trovano sul contatore Eni a Città di Castello)
  4. il giorno in cui si necessita di terminare la forniture di luce e gas

Lo sapevi?

Quando decidi di disdire un’offerta, puoi chiamare lo 02 94 75 67 30 e ricevere aiuto nella scelta e nell’attivazione della nuova offerta

Attivare il contatore Eni a Città di Castello

Esistono svariati motivi per cambiare fornitore di energia a Città di Castello: hai trovato un’offerta Eni più conveniente, giudichi il prezzo che paghi per le utenze a Città di Castello troppo alto, oppure il servizio fornito è inefficiente. Motivazioni a parte, il cambio di fornitore energia a Città di Castello avviene secondo tempi e costi che dipendono dal proprio fornitore e dall’offerta sottoscritta.

Quando si è comunque cambiato fornitore a Città di Castello, si dovrà accertarsi di una serie di elementi per poter poi far uso tranquillamente dell’elettricità e del gas. Nessuna paura però! Questi passi per utilizzare le proprie utenze a Città di Castello sono semplici e facili da eseguire! In primis ecco qui ciò che si deve fare:

  1. C’è il contatore nella tua nuova casa a Città di Castello?
  2. Se non c’è, dovrete fare l’allaccio del contatore Eni a Città di Castello
  3. Se c’è ma non è attivo, allora è d’obbligo fare la prima attivazione del contatore Eni a Città di Castello
  4. Se c’è ma la fornitura è interrotta, allora vi toccherà fare il subentro
  5. Se c’è ma il contratto è intestato ad un altro, farete la voltura Eni per porlo a vostro nome

Che cosa devo fare?

L’allacciamento è un’operazione che si deve svolgere quando nella vostra casa nuova a Città di Castello non ha il contatore. Allaccio significa infatti connettere il vostro nuovo contatore alla rete locale del distributore di cui usufruiscono i consumatori castellani o tifernati. È un’operazione i cui costi e tempi dipendono in larga misura dalle caratteristiche dell’intervento che è necessario fare (è un lavoro semplice o complesso?) e dal fornitore che svolgerà il lavoro.

La voltura occorre quando, pur avendo un contatore attivo nella propria dimora a Città di Castello, il contratto di fornitura è intestato al precedente inquilino. È pertanto l’atto di cambiare l’intestatario del contratto di fornitura modificando il nome; come potete ben vedere è un processo molto semplice le cui tempistiche e il cui costo sono bassi e dipendono dal fornitore e dalla prontezza con cui si fa domanda.

Il subentro è infine da farsi qualora il contatore sia disattivato al fine di modificare l’intestatario e attivare l’offerta sottoscritta a proprio nome. A differenza della voltura, questo processo rende di nuovo disponibile una fornitura precedentemente chiusa ed ha tempistiche variabili a seconda del fornitore.

Chiamaci e ricevi assistenza nell’attivazione delle tue utenze luce e gas

Città di Castello: ecco la sua zona climatica

Con una legge del 1993 in Italia sono state definite delle diverse zone climatiche suddivise in fasce dalla A alla F.

Questa divisione è stata creata per migliorare l’efficienza energetica delle città italiane, tra cui Città di Castello. E rispettare le indicazioni di accensione o spegnimento per ogni zona permette di diminuire l’impatto ambientale.

La città di Città di Castello che si trova nella regione Umbria appartiene alla seguente zona climatica: E.

I contatti di ENI a Città di Castello

Come contattare ENI a Città di Castello

Fornitore e distributore di grande importanza, ENI è raggiungibile facilmente a Città di Castello attraverso i numerosi canali di comunicazione messi a disposizione dei clienti castellani o tifernati. Tra questi canali annoveriamo:

  1. 800 900 700: N° verde da rete fissa in Italia
  2. 02 44 41 41: N° da rete mobile in Italia e a Città di Castello
  3. 800 900 400: N° verde da rete fissa in Italia per grandi e medie aziende, condominî e pubblica amministrazione
  4. 02 44 41 30: N° da rete mobile in Italia per grandi e medie aziende, condominî e pubblica amministrazione
  5. 800 999 800: N° verde per l’autolettura del contatore sia da rete fissa che da rete mobile per i clienti castellani o tifernati
  6. È possibile altresì accedere al sito ufficiale per visualizzare le varie sezioni o richiedere l’assistenza virtuale chattando con un operatore
  7. Si può anche accedere all’area clienti online My Eni da Città di Castello, previa registrazione da dove si può accedere a numerosi servizi riservati ai clienti
  8. My Eni è anche scaricabile come app per iOS e Android

Assistenza negli store ENI a Città di Castello

Uno dei principali canali d’assistenza sono gli store ENI a Città di Castello che l’azienda ha aperto su tutto il territorio italiano per venire incontro ai suoi clienti. Vi sono oltre 150 punti ENI che offrono aiuto, sostegno e soluzioni personalizzate per i problemi dei clienti. Gli operatori ENI presenti nei vari store infatti offrono una vasta gamma di opzioni in fatto di assistenza: manutenzione, installazione e consulenza su misura.

Andando sulla sezione Trova del sito ufficiale ENI si potranno inserire le informazioni relative alla propria residenza (come il proprio indirizzo a Città di Castello) per ottenere la posizione dei punti ENI più vicini a Città di Castello nonché le indicazioni per arrivarci.

Ecco le migliori tariffe ENI a Città di Castello

Chiama uno dei nostri operatori e lasciati aiutare nell’attivazione delle offerte. Verrai seguito passo a passo e il risparmio in bolletta è assicurato!

Città di Castello: le offerte Eni per i cittadini castellani o tifernati

Tutti i castellani o tifernati hanno la possibilità di scegliere tra le tante tariffe di ENI per la luce e il gas, andiamo a vederne alcune:

NOME TARIFFA TARIFFA COSA INCLUDE
LINK Monoraria: 0,0432 €/kWh

Bioraria F1: 0,0463 €/kWh

F23: 0,0417 €/kWh

  • Raddoppia i vantaggi con l’offerta online
  • F1: lun-ven 8-19
  • F2:19-8 festività e weekend
CAMBIOCASA F0: 0,0835 €/kWh

GAS: 0,2390 €/Smc

  • Se hai bisogno di un nuovo allaccio o di riattivare un contatore puoi fare tutto direttamente online

Queste erano solo alcune delle tante tariffe che propone ENI per Città di Castello e per i castellani o tifernati. Se ancora sei indeciso su quale tariffa sia più adatta alle tue esigenze contatta gratuitamente uno degli esperti di Papernest, ti consiglierà in base a ciò che stai cercando.

 

Le bollette ENI rateizzate a Città di Castello

Tra le tante opzioni possibili per risparmiare sulla spesa energetica, non tralasciare l’opportunità di richiedere la rateizzazione della tua bolletta per poter pagare in comode soluzioni spalmate su un arco temporale più esteso.

Innanzitutto dovrai verificare che sulla tua fattura compaia la dicitura fattura rateizzabile nella parte per la comunicazione al cliente. In aggiunta a ciò, l’importo fatturato deve essere maggiore o uguale a € 50 e, se la bolletta è domiciliata, allora si dovrà annullare l’addebito con la banca.

Come fare?

Per avviare la rateizzazione della propria bolletta basterà recarsi sul sito di ENI scaricando e compilando l’apposito modulo nella sezione “Le Mie Bollette”. La richiesta verrà poi valutata ed eventualmente approvata e riceverete così la comunicazione dedicata.

Nota bene che la richiesta di rateizzazione deve avvenire entro e non oltre i 10 giorni dalla scadenza della bolletta.

article

Article écrit par :
Pierre

calendrier Aprile 15, 2020

( éditer )

Commentaires

0 Avis

  0/5

Laisser un commentaire

En savoir plus sur notre politique de contrôle, traitement et publication des avis : cliquez ici